martedì 13 giugno 2017

Objects in mirrors are closer than they appear


A conclusione di questi due mesi d'attesa e della prima giornata di un periodo d'inferno a scuola, mentre viaggiavo beatamente sulla via di casa lungo uno dei miei percorsi preferiti sento improvvisamente uno strano rumore accompagnato da un'ombra che mi passa a fianco.
Freno, mi fermo e all'improvviso mi accorgo che lo specchietto è in mezzo alla strada: il gambo si è spezzato di netto. Guardo di nuovo davanti e il cruscotto sembra quello della Indian di Burt Munro. Affascinante, certo, ma del tutto improponibile (nonché illegale). Quindi il giorno successivo, pregando gli dèi che non mi facessero incontrare pattuglie, sono andato da Easy Rider, il mio locale spacciatore motociclistico di fiducia, dove ho comprato uno specchietto nuovo, cromato, corto e bellissimo. E pensare che anni fa, quando comprai un paio di staffe per ogni eventualità non potevo certo immaginare che mi sarebbero servite per questo. Così l'Insetto ha un nuovo look, io viaggio sicuro e per una volta il problema si è risolto in un giorno.
Non mi resta che battere il record di velocità sulle Bonneville Salt Flats.
At the end of these two months and on the first day of a hellish span at school, while I was happily riding home along one of my favourite routes I suddenly hear a strange noise along with a shadow flapping on my left side.
I brake, stop at once and I realize that my rear view mirror is down on the road: the stem snapped sharply. I look again in front of me and the dashboard looks like the one of Burt Munro's Indian. Fascinating indeed, but absolutely unacceptable (and illegal as well). So, the following day, praying the gods not to cross any patrol, I went to Easy Rider, my favourite local motorbike gear pusher, to buy a new, chrome, short, wonderful rear view mirror. And when years ago I bought those two brackets not being sure about their real use, I couldn't imagine they deserved to be used like that. So the Chuggabug has a new look, I ride safe and once at least the problem has been fixed in a single day.

All I need to do is beating the speed record on Bonneville Salt Flats.


martedì 6 giugno 2017

74918


Cominciavo a non poterne più. Due mesi interi in officina, l'auto che iniziava ad andarmi stretta e mia suocera che immagino la rivolesse indietro da un po'.
L'Insetto Scoppiettante è tornato in forma; sistemato lo scudo, rettificato il telaio, sostituita la forca e appena ritoccati i graffi laterali che, per onestà, avevo detto fin dall'inizio fossero stati fatti su ammaccature e graffi precedenti. 74.918 chilometri precisi.
E poi stavo cominciando a diventare aggressivo; l'auto tira fuori il peggio di te e passi metà del tempo a insultare questo o quello per manovre stupide, perché va piano, per qualsiasi sciocco motivo.
Poi è arrivato il caldo e grazie al cielo la tortura dell'abitacolo è stata revocata.
Ora il parafango anteriore ha una buffa cresta cromata e non so se anche questo sia stato un errore nell'ordine o se semplicemente non li facciano più come prima ma poco importa. Quel che conta è che sono di nuovo sulla strada, nonostante la pompa della benzina che continua a fare storie e che prima o poi dovrò decidermi a far sostituire.
I was starting to get tired. Two whole months at the garage, the car was starting to feel uncomfortable and I also believe that my mother-in-law would like to have it back.
The Chuggabug is back in shape; shield fixed, frame rectified, fork replaced and they barely touched those side scratches up which I, being a honest man, told to have been done above previous bumps and scratches. 74.918 kilometres.
And I was starting to become agressive too; the car brings out the worst of you and you spend half of your driving time  offending everyone because of silly drive, because he's too slow, because of any silly reason.
Then hot weather came and thanks Heaven the cabin torture was revoked.

Now the front mudguard shows a weird chrome crest and I don't know if it was another wrong order or if they're simply not making them anymore but it's not so relevant. What counts is that I'm on the road again, despite the fuel pump which hassles on and sooner or later I'll be forced to replace.

mercoledì 10 maggio 2017

Wait


La pioggia e il vento che in questi giorni sono tornati improvvisi e il freddo che, con un ritardo inaspettato, si è presentato a darci quello che l'inverno ci aveva risparmiato, aiutano un po' a sopportare il fatto di non avere ancora la mia Vespa. All'officina, dove mi avevano detto di aver inziato a lavorarci, in effetti l'Insetto Scoppiettante è completamente smontato ma avvolto in un telo di nylon perché a quanto pare la forca che hanno mandato è quella sbagliata.
Ancora giorni in auto, a vedere le gocce da dietro al parabrezza senza sentire l'odore di petrichor e continuando a piegarsi di lato a ogni curva come se in auto servisse a qualcosa. Presto tornerà il sole - almeno così dice il meteo - e spero di poter mettere di nuovo il culo sulla sella.
The rain and the wind which suddenly came back in these days and that cold which, unexpectedly late, arrived to give us all that the winter spared us, are somewhat helpful to go through this lack of Vespa. At the garage, where they told me they were working upon it, The Chuggabug is actually disassembled but wrapped in a nylon sheet because as it seems the fork which arrived is the wrong one.
More car days, watching the raindrops behind the windshield without smelling the petrichor and leaning on at every turn as if it was somewhat useful when driving a car. The sun will soon be back - at least that's what the forecast says - and I hope to be able and put my butt back on the saddle.

venerdì 7 aprile 2017

A new beginning


Finalmente si inizia. Oggi, di ritorno dal parco con Olivia sulla bici, sono passato dall'officina per vedere se c'erano notizie. L'Insetto Scoppiettante era lì, contornato di pezzi ancora imballati e fiancheggiato dalla nuova forca arrivata appena stamani. Non resta che iniziare e spero presto di tornare in sella! They're finally starting. Today, coming back from the park with Olivia upon my bicycle, I visied the garage to hear some news. The Chuggabug was there, surrounded by wrapped parts and flanked by the brand new fork, which arrived just this morning. Now I only have to wait for them to start, hoping to be soon back riding!

lunedì 20 marzo 2017

100%


"Le danno il 100%".
Questo mi ha detto al telefono la segretaria dell'officina un paio di giorni fa. A quanto pare le assicurazioni si sono trovate d'accordo, il torto era chiaramente della controparte e quindi mi rimborsano completamente le spese di riparazione. Una firma e non devo nemmeno aspettare il liquidatore: l'officina riscuote direttamente dall'assicurazione. Ora quindi non devo aspettare altro che un'altra telefonata, quella che mi avvisa che la Vespa è pronta!
"They're refunding everything".
This told me the garage's secretary on the phone a couple of days ago. As far as it seems, the insurances agreed, the counterparty was clearly and completely wrong so they're refunding the whole repair costs. Just a signature and I dont even have to wait for the adjuster: the garage will directly cash in from the insurance. Now I just have to wait for another phone call, the one to tell me my Vespa is ready!

venerdì 3 marzo 2017

Crash


In oltre 70.000 km e sette anni di trasferimenti giornalieri tra casa e il mio posto di lavoro non ho mai fatto un incidente. Mi è capitato di cadere ma ho evitato con cura qualsiasi collisione perfino in condizioni di scarsa luminosità e fondo sciupato. Ora che mi sono trasferito, in questo ultimo anno e con meno di duemila chilometri di strada sono caduto tre volte: una la scorsa estate cercando di evitare un ragazzino su una vecchia Vespa 50 senza frecce che aveva deciso di girare a sinistra mentre io già lo stavo sorpassando; la seconda volta ho tamponato una macchina il cui guidatore, dopo aver rallentato prima di un attraversamento pedonale rialzato, invece di ripartire decise di inchiodare proprio sul dosso senza alcun motivo.
Quest'ultima volta stavo andando al lavoro, lungo una di quelle belle strade di campagna che faccio per evitare il traffico; dopo un chilometro tra i campi, la strada arriva a una strettoia tra due case costruite proprio a bordo strada. Bene, un pazzo su una Ford Mondeo ha pensato che poteva ignorare lo stop tagliandomi la strada senza fermarsi. Ero a pochi metri da lui, ho potuto appena provare a frenare ma l'ho colpito sul fianco sinistro volando sopra al portabagagli e cadendo a terra.
Non mi sono fatto neanche un graffio; fortunatamente porto sempre un giacchetto di pelle con le protezioni, ho scarponi robusti e so come cadere. L'Insetto Scoppiettante invece ha riportato un bel po' di danni: parafango anteriore sbriciolato, leva destra del freno spezzata, una vistosa ammaccatura sullo scudo, graffi sulla fiancata destra e quel che è peggio la forca piegata che non impedisce alla Vespa di marciare ma non permette comunque di girare completamente lo sterzo.
Ho ragione completa, e sono stato fortunato a non farmi nulla ma anche a trovare uno con l'assicurazione in regola.
Ora le cattive notizie: deve passare un mese intero prima di sapere con certezza se l'assicurazione coprirà tutte le spesee. È davvero difficile che la controparte possa dichiarare qualcosa di diverso, ho fatto le foto alla scena e la sua auto è completamente di traverso in mezzo alla strada proprio dopo lo stop, ma le vie delle assicurazioni sono misteriose e imprevedibili; poi dovrò aspettare ancora per i lavori di riparazione. Forse due mesi senza Vespa sono il minimo che mi possa aspettare, mentre sono costretto a farmi prestare l'auto da mia suocera per andare al lavoro.
Sarà una lunga attesa.
In over 70,000 km and seven years of daily commute between my hometown and my working place I never had an accident. I happened to fall but I carefully avoided every collision even in low light and bad surfaces. Now that I moved, in this last year and less than a thousand miles on the road I fell thrice: once last summer trying to avoid a youngster on an old 50cc Vespa without indicators who decided to turn left while I was already overcoming; the second time I hit a car which driver, after slowing down before a risen pedestrian cross, instead of moving on decided to hit the brake and stop outright just upon the bump and without a reason.
This last time I was commuting to work, riding along those beautiful country roads to avoid traffic; after a mile among the fields, the road comes to a bottleneck between two houses built right on the street's edge. Well, a fool on a Ford Mondeo thought he could just enter the road without stopping and cut off in front of me. I was a few metres from him, I could barely try to brake but I hit the car on its left side, flying well above its trunk and falling down on the road.
I hadn't injuries; luckily I have an armored leather jacket, hard boots and I know how to fall. The Chuggabug, however, suffered lots of damages: front mudguard crumbled, a cracked right brake lever, a bad dent on the front shield, scratches on the right side and what's worse, a bent fork which doesn't prevent riding to the garage but neither allow to completely turn the front wheel.
I'm deadly right, and I was lucky not to report injuries at first and to verify that the driver was regularly insured too.
Now the bad news: a whole month has to pass before I can know for sure if the insurance will cover all the costs. It's very difficult for the driver to state something different, I photographed the scene and his car is entirely across the road just after a stop sign, but the insurances' ways are mysterious and unpredictable; then I'll have to wait for the repair. Maybe two months without my Vespa are the less I can expect to wait, while I'm forced to borrow my mother-in-law's car to go to work.
It'll be a long wait.

giovedì 23 febbraio 2017

[Detours] - A wooden mate


Un compagno di legno. Via di scorrimento, Pietrasanta. A wooden mate. Expressway, Pietrasanta.