giovedì 30 agosto 2007

Reciprocal Interview with Steve Williams

Ciao gente!
Insieme a Steve Williams di "Scooter in the Sticks" abbiamo deciso di farci a vicenda qualche domanda sulla Vespa e sulla fotografia, visto che condividiamo le passioni e teniamo entrambi un weblog su questi argomenti.
Spero che vi piacciano e se doveste essere tanto distratti da non conoscere il weblog di Steve sbrigatevi ed andate a fargli una visita, ne vale la pena!
La stessa intervista appare, invertita, su "Scooter in the Sticks".
-
Hello folks! together with Steve Williams from "Scooter in the Sticks" we decided to ask each other some questions about Vespa and photography, as we're both interested in these subjects and we both run a weblog about these subjects. I hope you'll like it and if you should be so distract not to know Steve's weblog hurry up and go pay him a visit, it's definitely worth it! The same interview appears, in inverse order, on "Scooter in the Sticks".

Steve Williams - Interview

Come ti chiami e dove vivi?

Mi chiamo Steve Williams e vivo nella zona montuosa della Pennsylvania centrale. Questa parte dello stato e' fittamente percorsa da stradine e sentieri che attraversano campi e boschi, ideali da percorrere su due ruote. Mi ritengo fortunato a vivere qui.
-
What's your name and where do you live?

My name is Steve Williams and I live in the ridge and valley region of Central Pennsylvania. This part of the state is covered with small roads and trails wandering through field and forest and ideal for riding. I feel fortunate to find myself here.


Che genere di Vespa usi attualmente?

Per gli scorsi sette mesi ho cavalcato una GTS 250ie del 2006. Quello scooter ha sostituito la mia precedente LX150 del 2006 che ho inavvertitamente distrutto dopo aver erroneamente rimontato la puleggia motrice durante una sostituzione della cinghia. Con questi due scooter ho viaggiato complessivamente per 14000 miglia (circa 25000 km)
-
What kind of Vespa are you currently riding?

For the past seven months I have been riding a 2006 Vespa GTS 250ie. That scooter replaced my previous 2006 LX150 that I unfortunately destroyed after incorrectly reassembling the driven pulley during a belt change. Between those two scooters I have traveled nearly 14000 miles.


Perche' hai iniziato a scriverci un blog?

Ho iniziato perche' avevo bisogno di determinare cosa comportasse la realizzazione ed il mantenimento di contenuti su base regolare per un progetto lavorativo. Poiche' avevo comprato da poco la Vespa LX150 ho pensato che potesse essere una buona idea utilizzarla come argomento di prova. Mia moglie Kim ha trovato il nome "Scooter in the Sticks" e solo dopo poche settimane che scattavo foto e scrivevo mi sono accorto che il mio blog si adattava perfettamente ai miei interessi creativi e per le due ruote. Da allora Scooter in the Sticks ha iniziato ad avere una vita propria finendo con l'essere premiato come Miglior Blog sulle Moto o sugli Scooter dall'associazione Motorcycle Bloggers International. Continuo ad utilizzare il blog come un modo per concentrare i miei interessi sulle due ruote, sulla scrittura e sulla fotografia.
-
Why did you start blogging about it?

I started blogging initially because I needed to determine what was involved in creating and maintaining content on a regular basis for a project at work. Since I had recently acquired the Vespa LX150 I thought it would be a good test topic. My wife Kim came up with the name Scooter in the Sticks and after only a few weeks of shooting pictures and writing I realized that my blog was a good fit for my creative interests and riding. Since then Scooter in the Sticks has sort of taken on a life of its own including being awarded the Best Motorcycle or Scooter Blog by Motorcycle Bloggers International. I continue to use the blog as a way to focus my riding, writing, and photography interests.


Come usi la tua Vespa?


all'inizio l'ho acquistata solo per avere qualcosa di divertente da fare ogni tanto. Era talmente divertente che ho cominciato ad usarla per andare al lavoro ogni giorno ed anche per fare dei giri nei fine settimana. Quando ha iniziato a fare freddo ho semplicemente comprato dell'abbigliamento migliore ed ho continuato ad utilizzarla per tutto l'inverno. Ormai la uso tutto l'anno e riesco a godermela col sole, con la pioggia o con la neve. Vado talmente tanto in Vespa che nell'ultimo anno ho percorso meno di 1000 miglia (circa 1800 km) sul mio Ford Ranger; la Vespa soddisfa molto meglio le mie necessita' di spostamento e puo' trasportare molto piu' di quanto mi aspettassi - sacchetti di sabbia, otto borse della spesa o un albero di Natale di oltre due metri!
-
What do you use your Vespa for?

Initially I purchased the Vespa just to have something fun to do every now and then. It was so much fun that I began commuting to work everyday as well as take recreational rides on weekends. When cold weather hit I bought some better gear and continued to ride through the winter. I'm now a year round rider and find constant adventure through sun, rain, and snow. I ride the Vespa so much now that last year I put less than 1000 miles on my Ford Ranger truck The Vespa is more than capable in meeting my transportation needs and can haul more things than I would have expected---like bags of sand, eight bags of groceries, or a seven foot tall Christmas tree!


E riguardo alla fotografia?

Penso che parte del successo di Scooter in the Sticks sia dovuta alle foto che scatto. Mi sforzo di creare immagini che rispecchino le storie che scrivo. Di solito viaggio leggero in termini di equipaggiamento fotografico, da una piccola Canon S50 Powershot infilata nel mio giubbotto da moto ad un cavalletto allacciato alla sella ed una Nikon D200 ed una Mamiya 7 custodite nella mia borsa posteriore. Dipende solo da dove vado e quanto tempo pernso di avere a disposizione. Il colore lo scatto sempre in digitale mentre la Mamiya 7 e' costantemente caricata con pellicola in bianco e nero che ancora sviluppo e stampo nella camera oscura casalinga. Non ho ancora sviluppato completamente un progetto in bianco e nero sul paesaggio e la moto ma mi sto muovendo lentamente in quella direzione. I miei precedenti ed attuali progetti riguardano mia moglie Kim ed il territorio in cui vivo. Li potete vedere qui:

http://mysite.verizon.net/limonium7/index.html
-
What about photography?

I think, in part, much of the success of Scooter in the Sticks is related to the photographs I make. I try and push myself to create pictures that visually mirror the stories I write. I generally travel light in terms of camera equipment from a small Canon S50 Powershot tucked into my riding jacket to a tripod strapped to the seat and a Nikon D200 and Mamiya 7 stowed in my rear bag. Just depends on where I am going and how much time I think I might have. Any color work is done digitally and the Mamiya 7 is always loaded with black and white film that I still process and print in the darkroom I have at home. I've not fully developed a black and white project around riding and landscape but am slowly working in that direction. My previous and ongoing projects revolved around my wife Kim and the landscape I live in. They can be viewed here:

http://mysite.verizon.net/limonium7/index.html


Come sono connesse la Vespa e la fotografia?

Una combinazione quasi perfetta. Per me le foto personali sono un processo contemplativo e di meditazione. Ho bisogno di essere attento e aperto a cio' che succede intorno a me e richiede pratica e pazienza. la Vespa mi aiuta in un paio di modi fondamentali. Andare su due ruote richiede attenzione se si vogliono gestire efficacemente i rischi. Questa maggiore consapevolezza confluisce nella mia capacita' di vedere non solo la strada ma anche la sostanza delle cose. L'altra cosa di cui mi sono accorto e' che l'estrema manovrabilita' della Vespa rende incredibilmente facile fermarsi per fare una foto. Posso guidare facilmente per strada, fare inversioni ad U e in genere fare cose che risulterebbero difficoltose con un mezzo piu' grande. La Vespa e' un mezzo di locomozione fotografico perfetto. Per anni ho attraversato scenari favolosi senza fermarmi, con la mia auto o il mio pickup, perche' era troppo complicato fermarmi.
-
How do the Vespa and photography mix?

A near perfect combination. For me my personal photography is a contemplative and meditative process. It requires me to be present and available to what is going on around me and requires practice and patience. The Vespa compliments that in a couple important ways. Riding requires attention if risk is to be managed effectively. That heightened awareness spills over into my ability to see not just the road but subject matter as well. The other thing I have found is that the Vespa's nimble handling makes it so easy to stop to take a picture. I can maneuver the scooter so easily into places, U-turns, and generally do things that are cumbersome on a bigger machine. The Vespa is a perfect moving photo transport. For years I passed many great scenes in my car or truck because it was too big a pain to stop.


Che equipaggiamento fotografico porti con te quando esci a fare un giro?

In un'uscita seria porto con me una Nikon D200 con una scheda da 4Gb, un 20mm e un 105mm, ed una Mamiya 7 a telemetro con un obiettivo da 80mm. Dipende dai momenti, comunque, ma in genere questo e' quello che tengo nella borsa posteriore insieme ad una mezza dozzina di rullini. A volte allaccio anche un cavalletto Tilt-All alla sella. Tendo a mantenere ridotta l'attrezzatura in modo che non prenda troppo campo a scapito della moto.
-
What photographic gear do you take with you when you go out for a ride?

On a serious photography trip I will take a Nikon D200 with a 4 GB card, a 20mm and 105mm macro lens, and a Mamiya 7 rangefinder camera with an 80mm lens. This does vary at times but generally this is what I have in the rear bag along with a half-dozen rolls of film. At times I will also strap a Tilt-All tripod across the seat. I try and keep the gear to a minimum so as not to make the photography too intrusive on the ride.

La Vespa ha cambiato il modo in cui percepisci il paesaggio attorno?

La Vespa non ha cambiato molto il modo in cui percepisco il paesaggio, piuttosto mi ha reso possibile vederlo. Con questo voglio dire che mi trovo all'esterno e posso liberamente cercare l'inquadratura. Quando giravo in macchina per fare foto non potevo fare altrettanto. L'acquisto della Vespa ha portato dei doni inaspettati - maggior consapevolezza e piu' foto.
-
Did the Vespa change the way you perceive the landscape around you?

The Vespa didn't so much change the way I perceive the landscape as it did make me available to see it. By this I mean I was out in the world more looking for pictures. When I was venturing out by car to make photos I just didn't do it as much. Acquiring the Vespa has brought some unexpected gifts---greater awareness and more photography.


Come sono visti gli scooter dagli automobilisti e dagli altri motociclisti?

Devo dire che qui in Pennsylvania centrale in strada sono tutti piuttosto cortesi ed attenti. Ritengo sia un vantaggio collaterale alla mancanza di un traffico intenso e frustrante. Certo, ci sono casi in cui la gente fa manovre stupide ma si tratta delle eccezioni e non della regola. Faccio sempre molta attenzione a non dare per scontato il diritto di precedenza. Cerco di rimanere calmo ed accettare qualsiasi follia sulla strada come elemento dell'essenza delle cose.

La reazione nei confronti della Vespa da parte degli altri motociclisti e' interessante, specialmente quella di coloro che non conoscono molto gli scooter. I motociclisti sono in genere piuttosto sorpresi nel sentire che velocita' puo' raggiungere una GTS. La visualizzano come un giocattolo o al limite come qualcosa per girare in citta' senza meta. L'idea che io la usi per percorrere 200 miglia o anche di piu' tutte in una volta sembra quasi metterli a disagio. A volte vengo bonariamente preso in giro perche' guido questo piccolo scooter ma alla fine tutto l'umorismo svanisce quando io continuo a guidarla per tutto l'inverno mentre gli altri si sono arresi di fronte a madre natura.

Penso che il fraintendimento piu' grande consista nel pensare che la Vespa permetta solo spostamenti brevi a basse velocita'. L'idea che possa essere un mezzo per viaggiare e' quasi inconcepibile in una cultura in cui piu' grosso equivale a migliore e i disagi e timori personali si appoggiano alla potenza e alle dimensioni molto al di la' di quelle che sono le effettive necessita' per affrontare un viaggio.
-
How are scooters viewed by other drivers and riders?

On the road I have to say that here in Central Pennsylvania the other drivers and riders are generally courteous and careful. I think that is a fringe benefit of not having a lot of traffic to frustrate everyone. There are still instances were people do stupid things but that is the exception rather than the rule. I still pay careful attention and never assume the right of way. I try to remain calm and accept any craziness on the road as a part of the way things are. The reaction to the Vespa by other riders is interesting, especially those who don’t know much about scooters. Riders are generally surprised at how fast the GTS can go. They think of it as a toy or at best something to run around town on errands. The idea that I would ride it 200 miles or more during a ride almost seems to unsettle them. I get some friendly jabs at times about riding that little scooter but those seem to die out when I continue riding into winter long after other riders have surrendered their’s to mother nature. I think the biggest misconception I run into with the Vespa is that it is only capable of short trips at low speeds. The idea of it being a touring machine is almost inconceivable in a culture where bigger is believed to be better and personal discomfort and fear seem to demand power and size far beyond what is actually necessary to travel.


Hai suggerimenti per i Vespisti e/o i fotografi?


La prima cosa e' imparare a guidare bene. Ho imparato da bambino ad andare su due ruote e quando ho ricominciato qualche anno fa ho frequentato il corso per principianti della Motorcycle Safety Foundation anche se sapevo gia' guidare. La verita' e' che invece non sapevo guidare affatto ed avevo numerose cattive abitudini e lacune. Sono cose che possono ucciderti sulla strada. Ho cosi' iniziato quello che considero un lungo percorso dedicato all'apprendimento di strategie per limitare i rischi. Questo non ha niente a che fare con la fotografia ma ha molto a che vedere con la guida sicura. Partendo da qui, posso decidere con tranquillita' di uscire con pioggia, nebbia, neve, freddo, caldo, ed altre situazioni che invece possono essere ricche di contenuti fotografici. Cerco di suggerire modestamente ai principianti delle due ruote che guidare significa molto di piu' che essere capaci di andare dritti ed ogni tanto girare o fermarsi.

Il mio unico suggerimento ai fotografi e' quello di scattare molto. Credo ciecamente che con la pratica le mie abilita' fotografiche ed i risultati migliorino. Se sto a pianificare ogni parte del mio lavoro non me ne andro' mai dal soggiorno.
-
Do you have any suggestions for Vespa riders and/or photographers?

The first thing I tell people is to learn to ride well. I was a self-taught rider as a kid and when I returned to riding a few years ago I took the Motorcycle Safety Foundation Beginning Rider course even though I thought I knew how to ride. The truth was I didn't and had a lot of bad habits and gaps in skill. Those are the things that can kill you on the road. I began what I consider a life long path of learning riding skills and strategies to manage risk. These have nothing to do with photography and everything to do with being able to ride safely. From that place I can make sound decisions to ride in rain, fog, snow, cold, heat and other situations that make be rich in photographic content. I try and gently suggest to new riders that there is a lot more to riding than being able to ride in a straight line and occasionally turn or stop. My only suggestion to photographers is to shoot consistently. I firmly believe that through practice my photographic skill and results improve. If I try and think my way to good work I will never leave the living room.


Alex - interview

Qual'e' il tuo nome/soprannome? Dove vivi?

Mi chiamo Alessandro Melillo e sono stato per un bel po' "Sigmund"; ora ho come soprannome "RonJe", viene da un gioco di parole tra me e alcuni grommit locali e riguarda... beh... abbigliamento da skateboard e un famoso attore porno, devo ammettere che mi imbarazza un po'! Si', "grommit" significa "ragazzini" nel gergo skateboard USA; beh, in realta' loro non sono neanche piu' dei ragazzini, votano e guidano l'auto. il tempo passa per tutti.
Vivo in Toscana, sulla costa occidentale dell'Italia centrale, a Piombino, proprio davanti all'isola d'Elba
-
What's your name/nickname? Where do you live?

Alessandro Melillo is my real name, I was formerly known as "Sigmund" and I'm nicknamed "RonJe" since a while because of a joke between me and some local grommits, about.. erh... skateboarding gear and a famous porn actor, I have to admit that even if I'm a little ashamed! and yes, "grommit" is how kids are called in skateboarding jargon; well, they actually aren't kids no more, they do vote and drive a car. time passes for everyone! I live in Tuscany, on the coast of western central Italy, in a town called Piombino, just in front of Elba island.


Che Vespa usi?

Una fantastica LXV 125 con portapacchi cromato anteriore e posteriore
-
What kind of Vespa are you currently riding?

A marvelous LXV 125 with rear and front chrome luggage holder.

Perche' hai iniziato a scriverci un blog?


perche' ho sentito il bisogno di comunicare a tutti quello che provavo come vespista. In Italia inizi a guidare le moto a sedici anni ma non mi e' mai interessato granche'; piuttosto ho preferito molte altre passioni come i viaggi, per esempio, campeggiare e fotografare. Poi ho scoperto che uno scooter poteva facilmente unire tutti questi interessi ed esaltarli. Ho comprato la mia Vespa meno di quattro mesi fa, ora ha piu' di 7500 km!
-
Why did you start bloggin'about it?

Because I felt the urge of communicating to everyone what I was experiencing as a rider. In Italy you may start driving a bike at 16 but I never got interested in it; instead I preferred many other passions as traveling, for instance, and backpacking, and shooting photographs. Then I discovered that a scooter could easily link all those occupations, and enhance them. I bought my Vespa less than four months ago, now it counts more than 7500 km!


Come usi la tua Vespa?

Principalmente per andare al lavoro, visto che faccio l'architetto in uno studio a venti chilometri da casa mia. Nei fine settimana la uso per il piacere di andare in giro ed una volta ogni due settimane per raggiungere la mia ragazza che vive a 120km da me. Questa estate mi sono goduto la vacanza - in Vespa ovviamente - in Sardegna, sto raccontando il viaggio qui sul mio weblog.
-
What do you use your Vespa for?

Commute to work, mainly, as I work as an architect in an office twenty km from my hometown. In the weekends I ride for the pleasure of riding, and once every two weeks I ride to reach my girlfriend's hometown, 120 km away from me. This summer I enjoyed my vacation in Sardinia, obviously on my Vespa, and I'm reporting about it on my weblog.


E riguardo alla fotografia?

Sono figlio di un fotoamatore ma ho scoperto tardi la fotografia. la mia ragazza e' la vera fotografa tra di noi, visto che fotografa da quando era una ragazzina.
Scatto in digitale con una Nikon Coolpix 5700, una prosumer compatta che ho comprato dopo aver letto un'intervista ad Alex Majoli (in realta' lui scatta con macchine Olympus) e ne sono fin troppo soddisfatto. Inoltre scatto pellicola con una Zorki 4 a telemetro del 1959, una reflex Yashica FX-3 ed una reflex biottica YashicaMat medio formato.
Scatto solo in b/n con le mie macchine analogiche e preferisco in genere scattare in b/n ma talvolta sento il bisogno del colore e prendo la digitale. Mi piacciono le pellicole Ilford. Potete dare un'occhiata al mio portfolio su flickr:

http://www.flickr.com/photos/alexmelillo
- What about photography?

I'm the son of an amateur photographer but I discovered it late. My girlfriend is the true photographer between us, as she's been shooting since she was a young girl. I shoot digital with a Nikon Coolpix 5700, a prosumer compact camera I bought after having read an interview to Alex Majoli (he actually shoots with Olympus gear) and I'm way too happy with it. Then I shoot film with a 1959 Zorki 4 rangefinder, a Yashica FX-3 SLR and a YashicaMat medium format TLR. I shoot only b/w on my film cameras, and I generally prefer shooting b/w but sometimes I feel the need for color and I take the digital camera. I like Ilford film. you can find my portfolio on flickr, browsing to http://www.flickr.com/photos/alexmelillo


Come sono connesse la Vespa e la fotografia?

La prima e' un mezzo per percepire il mondo attorno; quando ho iniziato ad andare in Vespa ho notato subito delle forti differenze tra uno scooter e un'auto: uno scooter ti fa sentire odori e profumi, sentire ogni suono o rumore e percepire l'aria, l'umidita', la pioggia. E' un'esperienza amplificata, uno psichedelico naturale. La fotografia e' quasi la stessa cosa poiche' attraverso di essa puoi far provare sentimenti e reazioni, aiutando la gente a sentire quello che tu stesso hai provato quando hai scattato la foto. E' facile unire le due cose, visto che la Vespa ti permette di raggiungere luoghi interessanti e la tua macchina fotografica registra immagini e sensazioni. Anche in un breve tratto come quello per tornare a casa, la sera, trovo spesso naturale fermarmi per un paio di minuti per godermi la luce tra i pini, un tramonto, uno scoiattolo, l'odore dell'asfalto bagnato e magari scattare una foto.
Raramente vado in giro con l'intenzione di scattare foto, tutto accade piuttosto spontaneamente.
-
How do Vespa and Photography mix?

The first one is a means to experience the world around; when I started riding I immediately perceived strong differences between a scooter and the car: riding a scooter you get smells and perfumes, you hear every sound or noise and you feel air, moisture and rain. It's an enhanced experience, a natural psychedelic. Photography is quite the same, as through it you may cause feelings and reactions, helping people to perceive what you perceived when you shot the picture. It's easy to join the two things, as the Vespa lets you reach interesting locations and your camera records images and feelings. Even in a short commute as I go back home, in the evening, I often find it natural to stop for a couple of minutes to enjoy the light among pine trees, a sunset, a squirrel, the perfume of wet asphalt and maybe shoot a photograph. I rarely ride with the explicit intent of shooting, it all comes pretty natural.

Che equipaggiamento fotografico porti con te quando esci a fare un giro?

Non molto in realta'. Di solito solo una macchina, un cavalletto tascabile (ne ho uno da 20 cm in alluminio che diviene un tubo una volta chiuso) e un rullino nuovo, se ho con me una macchina analogica. Oh, e *il polarizzatore*, dannazione, lo dimentico troppo spesso e mi accorgo di averne bisogno solo quando non lo trovo in tasca. Per essere sinceri, sto per partire per il weekend e l'ho dimenticato di nuovo a casa!
-
What photographic gear do you bring with you when you go out for a ride?

Not much, actually. Usually just one camera, a pocket sized tripod (it's 20 cm tall, aluminium made and becomes a small tube when folded) and a spare roll of film if I took a film camera with me. Oh, and *the polarizer*, damnit, I forget it too often and I discover I need it when I cannot find it in my pocket. To be honest, I'm leaving for the weekend and I forgot it at home again!


La Vespa ha cambiato il modo in cui percepisci il paesaggio attorno?

Si', molto. Guidare un'auto ti da' solo quella che io definisco "vista televisiva"; il parabrezza e' una cornice e se giri la testa incontri il bordo, cosi' che sei inconsciamente spinto a girarti di nuovo e guardare davanti. Con la Vespa ti pui girare intorno e se senti un buon profumo puoi cercare di individuarne l'origine (beh, cercando di non schiantarsi) oppure puoi goderti una linea di paesaggio seguendola per la sua intera lunghezza poiche' non e' spezzata da un riquadro. E' molto piu' semplice trovare una buona immagine ed un buon soggetto per una foto. Ed e' piu' semplice fermarsi ovunque, scendere dalla sella e scattare.
-
Did your Vespa change the way you perceive the landscape around you?

Yes, a lot. Driving inside a car lets you only have what I call a "TV view" of the landscape; the windshield is a frame and if you turn your head you encounter the edges, so you're unconsciously forced to look again straight ahead. The Vespa lets you look around, and if you smell a good perfume you can explore to spot the source (well, trying not to crash!), or you can enjoy a line in a landscape following it for its entire length as it's not broken by a frame. It's way easier this way to spot a nice image and a good subject for a picture. And it's easier to stop anywhere, get off the saddle and shoot.


Come sono visti gli scooter dagli automobilisti e dagli altri motociclisti?

Temo che gli scooter non siano visti affatto dagli automobilisti; lo si dimostra chiaramente quando all'improvviso si sente odore di fiori e una pioggerella leggera un attimo prima di rendersi conto che quello che sta davanti sta pulendo il parabrezza e non ha nemmeno guardato lo specchietto retrovisore. Gli automobilisti calibrano troppo spesso le loro azioni sulle auto e raramente pensano ai motociclisti. Basta che leggiate il mio post intitolato "Vespa vs. BMW 1-0".
Al contrario, i motociclisti sono ovviamente piu' attenti ai loro "colleghi" e sono anche molto piu' amichevoli. Nel mio ultimo viaggio in Sardegna ho incrociato molti motociclisti (in moto e scooter) che mi hanno salutato col gesto canonico. Mi piace. Tuttavia c'e' un gruppo di, diciamo, "simpaticoni" che detestano gli scooter, specialmente se sono del tipo moderno con variatore automatico, e pensano che tu non sia un vero uomo se non cavalchi una Rat Bike. Avanti cosi', ragazzi, spiegateci tutto voi!
Per quanto mi riguarda non mi piacciono gli scooteroni massicci ma e' questione di gusti e di certo non voglio discriminare i proprietari solo perche' non mi piace il loro mezzo. Cerco semplicemente di fare attenzione a tutti ed essere gentile, tutto qui, e ti fa sentire a posto.
-
How are scooters viewed by other drivers and riders?

I fear scooters aren't seen at all by car drivers; this is clearly demonstrated when you suddenly smell flowers and you're hit by a gentle fresh shower a moment before realizing that the car driver before you is cleaning his windshield and he neither looked at the mirror. Car drivers too often calibrate their actions on cars and rarely think of riders. Just go read my post titled "Vespa vs. BMW 1-0". On the contrary, riders are obvoiusly more aware of their "colleagues" and are much more friendly. During my last trip to Sardinia I crossed a lot of riders (bikers and scooterists) who greeted me with the usual gesture. I like that. There is, though, a small group of, well, let's say "funny guys", who dislike scooters, expecially if they're modern automatic ones, and think you're not a real man if you don't ride a Rat Bike. Go on, brave men, teach us everythin'!
As for me, I just don't like big bulky scooters but it's just a matter of taste and I won't discriminate their owners just because I don't like their vehicle; I just try to pay attention to everyone and be polite, that's all and it makes you feel ok.


Hai suggerimenti per i Vespisti e/o i fotografi?

Ai Vespisti suggerirei di non farsi spaventare dalla pioggia e dal tempo umido, semplicemente indossate l'abbigliamento giusto. Voglio comprarmi un buon parka e un paio di sovra-pantaloni; per gli zaini ed il bagaglio in genere uso un coprizaino impermeabile McKinley e probabilmente quando il tempo peggiorera' cerchero' un parabrezza di medie dimensioni. Indossate occhiali da sole nei giorni luminosi, specialmente la mattina e verso il tramonto quando il sole puo' abbagliare all'improvviso; oh, e prendetevi cura delle cromature e edelle parti metalliche esposte perche' possono arrugginire ed ossidarsi, e diventare un gran casino prima di quanto possiate pensare.
Ai fotografi suggerirei do non lasciarsi affascinare dalle marche, le tendenze e le icone; siate voi stessi e scattate per il piacere di farlo. La vostra Nikon/Canon/Leica/Qualsivoglia macchina da migliaia di bigliettoni non vi sciacquera' gli occhi ne' migliorera' le vostre foto. Piuttosto, lavarsi il viso la mattina, una tazza di caffe' dopo un breve giro, il vostro fidato mattone di alluminio e vetro e un po' di economicissima buona pellicola lo faranno.
Ad entrambi suggerirei semplicemente di continuare ad andare in scooter, godersi le due ruote ed ovviamente condividere con noi la vostra felicita' attraverso qualche bella foto!
-
Do you have any suggestion for Vespa riders and/or photographers?

To the Vespa riders I'd suggest not to be scared by the rain and wet weather, just wear the right gear. I'm gonna buy a good parka, and an over-trousers protection; for backpacks and generic luggage I use a McKinley backpack cover, and maybe when weather gets worse I'll look for a medium-sized windshield. Wear sunglasses in bright days, expecially at morning and at sunset, when the sun can blind you unexpectedly; oh, and take care of your chrome and exposed metallic parts, they can rust and become a mess more quickly than you could think. To the photographers I'd suggest not to be fascinated by brands, by trends and icons; just be yourself and shoot for the joy of doin' it. Your thousands-of-bucks newest Nikon/Canon/Leica/Whatever camera won't heal your dirty eye, enhancing your pictures. Instead, washing your face in the morning, a cup o'coffee after a short ride and your trusted aluminium-and-glass brick and some cheap good film will do. To both I'd simply suggest to scoot on, enjoy the ride, and obviously share with us your joy through some nice pictures!

---

that's all for now, let me know your impressions, and if you run a Vespa and photography weblog let me know about it!












3 commenti:

  1. Thanks again for inviting me to do this, it was fun!

    One question I forget to ask though---What is the significance of the name "The Arkansas Chuggabug"? Seems like a very odd name.

    Steve Williams
    Scooter in the Sticks

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. oh, you might not be familiar with an old cartoon I used to watch when I was a kid. Its mane is "Wacky Races", it told the story of a race around USA and the vehicles were pretty odd and oddly named. There was this wooden car driven by Luke, a quiet hillbilly with a straw hat who sleeped while driving with his feet, and a scared bear named Blubber behind him. Just like me and my girlfriend... and the name was a joke between "bug" and "Vespa" which actually means "wasp" in Italian. If you re-translate the italian translation of "Arkansas Chuggabug" it sounds more or less like "Crackling Insect" and the link is more obvious!
    hurry up, go check Wacky Races on Wikipedia!

    RispondiElimina