mercoledì 7 dicembre 2016

The ginkgo quest


Per qualche bizzarro caso della sorte il lavoro che doveva inizialmente durare al massimo qualche settimana si protrarrà fino a pochi giorni da Natale, ma la gioia maggiore non la immaginereste mai. Sulla strada che percorro per andare da casa fino a scuola c'è un vialetto laterale in fondo al quale, nel giardino di un'abitazione rustica ristrutturata di recente, svettano due maestosi alberi di ginkgo. In ottobre, e specialmente in questo caldo ottobre, i ginkgo sono sempre di un verde brillante; la loro geometria è l'unica caratteristica che permette di distinguerli a colpo d'occhio in mezzo ad altri alberi. Ma se il mio impiego fosse terminato troppo presto non avrei potuto godere di quello spettacolo che per giorni e giorni ho incessantemente cercato passando in fretta accanto a quel vialetto e voltando la testa per una frazione di secondo: il dono dell'autunno.
Già, perché i ginkgo in autunno, col primo freddo, lasciano svanire quel verde brillante e si colorano di uno sfavillante giallo cromo che, in mezzo alla tavolozza verde e marrone degli alberi autoctoni, può arrivare ad apparire quasi dorato. Le foglie di ginkgo poi cadono a terra lasciando la pianta spoglia, i tronchi e i rami che descrivono forme quasi disegnate e un tappeto di un giallo intenso che al mattino brilla di rugiada.
La ricerca di un istante di bellezza, mentre passo con la Vespa attraverso strade trafficate per andare al lavoro, è un atto separato dal contesto e in definitiva un momento solo per me. Natale sembra ormai alle porte; io comunque un regalo l'ho già avuto.
Due to some strange lucky strike the job which had to stop after a few weeks will last nearly until Christmas but you can't imagine the biggest joy about it. On the road I travel upon to get to school from home there's a small side row; in the bottom of this path, in a garden, two majestic ginkgo trees stand out against a freshly refurbished country house. In October, this warm October above all, ginkgo trees are often bright green; their geometry is the only trait which makes us locate them among other trees. But if my job ended too early I couldn't have enjoyed that sight which I ceaselessly looked for speeding past that path and turning my head sideways for a split second: the gift of autumn.
Right, because ginkgo trees in fall, when cold comes, let that bright green fade away and turn themselves in a sparkling chrome yellow which, among the green and brown palette of the local trees can even look like gold. Their leaves, then, fall on the ground leaving the tree bare naked, its trunk and branches tracing almost sketched shapes and an intense yellow carpet shining in the morning dew.
The quest for a moment of beauty, while passing on my Vespa through busy streets to go to work is an act out of its background and definitely a moment for myself only. By now Christmas seems close; however, I already had a gift

Nessun commento:

Posta un commento