lunedì 15 giugno 2009

Ride to Work Day

Oggi e' il Ride to Work Day. Ironia della sorte, l'Insetto Scoppiettante e' in officina per un tagliando, visto che ormai ha passato i 31.000 km e ha anche avuto un incidente.
L'associazione senza fini di lucro che negli Stati Uniti promuove il Ride to Work Day si prefigge di incentivare l'utilizzo dei mezzi a due ruote per gli spostamenti quotidiani da casa al lavoro, minimizzando il traffico e l'inquinamento.
Beh, poco importa se oggi non posso celebrare; sono lieto di poter dire che l'Insetto Scoppiettante viene usato tutti i giorni dell'anno per percorrere i ventuno chilometri che mi separano dal posto di lavoro, per un totale di quarantadue chilometri al giorno!
Usate le vostre dueruote, siate felici! :-)
-
Today it's Ride to Work Day. Irony of fate, the Chuggabug is at the garage for scheduled maintenance, as it's well over 31.000 kms and it also recently crashed.
The non-profit association which promotes the Ride to Work Day in the US advocates the use of two-wheelers for daily commute between home and the workplace, thus reducing traffic and pollution.
Well, it's not important if I can't celebrate today; I'm happily proud to tell that I use the Chuggabug everyday all-year-round to ride the twenty-one kms which separate my home from my workplace, for a total of forty-two kms a day!
Use your two-wheelers, be happy! :-)

4 commenti:

  1. Non conosco l'associazione senza fini di lucro statunitense e non vorrei fare commenti affrettati, ma così su due piedi incentivare l'uso dei mezzi a due ruote (e non di biciclette stiamo parlando) per minimizzare l'inquinamento mi pare un po' assurdo. 5 persone necessitano di due mezzi a due ruote e di uno solo a quattro chi inquina di più? Anch'io sono motociclista ma che non mi vengano a raccontare che inquino meno!!

    RispondiElimina
  2. io per causa di forza maggiore a due ruote ci vado, a lavorare. in bici. e ti assicuro,paolo, che di auto che portano 5 persone a lavoro ne vedo ben poche. il car sharing è una bellissima idea, ma purtroppo non ha riscontro reale, mentre invece vedo molta gente iniziare ad andare su 2 ruote con la bella stagione, in orario di entrata in ufficio. e un vespino 125 di sicuro inquina meno di un suv fermo al semaforo, oltre a rompere meno le palle a me che pedalo.
    certo non è la soluzione all'inquinamento.

    RispondiElimina
  3. caro Paolo,
    quello che dici e' sensato ma solo in parte.
    Ti spiego: negli Stati Uniti non e'per nulla insolito che uno si faccia cinquanta chilometri per andare a lavorare. Trovare qualcuno che sia disposto a condividere con te il viaggio in auto non solo e'difficile in termini pratici, ovvero far coincidere la meta, ma anche in termini logistici, ovvero far coincidere anche gli orari.
    Cerca solo di immaginare cosa potrebbe significare cercare di mettere d'accordo cinque persone.
    E' chiaro che per gli spostamenti brevi siano da preferire i mezzi ecologici,dove possibile o al limite i mezzi pubblici.
    Io pero' con i mezzi pubblici a lavorare non ci posso andare e chi lavora con me non vive nella mia citta'.
    tra la Vespa che uso tutto l'anno e che fa trenta chilometri con un litro e un'auto che ne fa sedici, dammi retta che e' meglio andare in Vespa.
    O forse vorresti dire che dovrei farmi ogni giorno quarantadue chilometri in bici???
    Purtroppo, di fronte a una realta' in cui dei SUV del cavolo che fanno OTTO chilometri con un litro trasportano quasi esclusivamente una sola persona per la maggior parte delle volte, andare a lavorare in moto (o in scooter meglio, visto che i CVT consumano molto meno) e' di sicuro l'alternativa piu' ecologica.

    RispondiElimina
  4. ... da non sottovalutare il fatto che, nei centri abitati molto trafficati, come ad esempio Roma, con uno scooter si impiega molto meno tempo a raggiungere la stessa destinazione.
    Meno tempo = meno inquinamento.
    Salutotutti!!

    RispondiElimina