martedì 16 giugno 2015

La Silvietta


Non capita molto spesso di muoversi in Vespa ultimamente, visto che Olivia non posso portarcela. Poco tempo fa, però, ho dovuto spostarmi per lavoro e per godermi il giro ho voluto fare finalmente sosta caffè in un bar lungo la SS1 Aurelia. Ora, nessuno si aspetterebbe nulla di speciale vedendo l'insegna del bar: parzialmente abbattuta, con promesse di merci rare e preziose come le ricariche telefoniche e le spezie per concia suini (mi domando chi è che le compri al bar ma soprattutto com'è che abbiano ritenuto così prioritario scriverlo sull'insegna). Fuori c'è il solito tavolo di ometti che giocano a carte.
Poi entro dentro, e un mondo mi si apre davanti.
I don't happen to ride much my Vespa, lately, as I can't carry Olivia upon it. Days ago, though, I had to ride for work and to enjoy the ride I finally decided to stop for a coffee in a bar along SS1 Aurelia. Now, noone would ever expect to find anything special looking at the sign: half wrecked and promising rare and precious goods as charge cards and spices to cure pork (I wonder who buys them at the bar but above all why did they find so primary writing it on the sign). Outside there's the usual group of old folks playing cards.
Then I enter the bar, an a whole world unfolds in front of me.

In un'atmosfera calda e soffusa fa sfoggio di sè un bancone lungo e lucido; dietro al bancone uno scaffale enorme e fornitissimo di bottiglie che neanche l'Hemingway Bar del Ritz. Ed è così che, tra un caffè corretto eccellente, la scoperta di assurde sigarette sarde e due chiacchiere con un avventore ex carabiniere che aveva il genero di stanza all'Elba ho passato i dieci minuti migliori della giornata. E' deciso: ogni prossima tappa per il caffè lungo l'Aurelia sarà dalla Silvietta.
E se capitate dalle parti di Querceta, datemi retta: passateci.
Merita.
In a warm and dimmer atmosphere a long and shiny bar shows itself off; behind it there's a huge and heavily equipped shelf you'll only find at Ritz's Hemingway Bar. So, within an excellent spiked coffee, the discover of some absurd sardinian cigarettes and some chat with a customer, an ex carabiniere who had a son-in-law on service in Elba island I spent the best ten minutes of the day. It's set: every coffee stop along SS1 will be at Silvietta's.
And if you happen to ride around Querceta, listen to me: stop there.
It's definitely worth a stop.

Nessun commento:

Posta un commento