sabato 11 maggio 2013

Il ritorno


Vi sarete chiesti che fine avesse fatto l'Insetto Scoppiettante, visto che da quasi un anno nessun post ha fatto la sua comparsa su questo blog. Inizierò col rassicurarvi: l'Insetto è vivo e vegeto, anche se ha decisamente rallentato la propria corsa a causa di una serie di motivi primo tra i quali un trasferimento. Ho lasciato la mia città d'origine per trasferirmi poco più a nord, a centocinquanta chilometri di distanza, lasciando il lavoro per andare a vivere con Elena. Questo ha comportato un deciso cambiamento di registro nelle abitudini giornaliere, portandomi dai miei 45 km giornalieri a quasi zero, visto che per ora le entrate sono quelle che sono e che qui dove mi trovo ora, in Versilia, si gira perfettamente in bici. Per questo la mia fixie è diventata il mio principale mezzo di locomozione e negli ultimi sei mesi mi ha permesso di spendere appena venti euro di benzina.
Non che in quest'anno siano mancati i viaggi, anche se brevi. Avevo già iniziato a parlarvi del giro in Corsica del settembre 2011, a cui poi è seguito un fantastico giro in Tuscia e nel viterbese, portandoci fino a Roma e facendoci percorrere anche il tratto iniziale della nostra cara amata Strada Madre Statale 1 Aurelia. Poi qualche piccola escursione in asfalto e sterrato qui, sulle Apuane, su tratti di strade talvolta chiuse per frane in assestamento.
Ora la base sarà l'esplorazione di un nuovo territorio, questa vasta miscela di campagna e aree urbanizzate che si estende lungo la costa da Carrara fino a Viareggio, bordata da un mare buffo (perché non c'è niente di fronte alla costa) e da montagne di quasi duemila metri. Una striscia di terra da mappare, tempo permettendo.
L'altra novità è che, per riuscire a scrivere un po' più spesso, non bloggherò sempre anche in inglese. Mi perdoneranno i lettori di oltreoceano ma non posso farlo come lavoro.
Per ora vi lascio con qualche immagine dell'ultimo anno di silenzio, a presto.







Nessun commento:

Posta un commento